Comunicato stampa
“Nonno Michele racconta…”: un fumetto per la Basilica di San Michele Maggiore
Un progetto della Parrocchia di San Michele e dell’Associazione “Il Bel San Michele”

È pronto il fumetto per la Basilica di San Michele Maggiore: 6 classi della scuola primaria Carducci hanno aderito al laboratorio didattico “Fai il fumetto di San Michele” che prevedeva la realizzazione di una guida a fumetti del monumento, prendendo spunto dalle visite guidate a cui i bambini hanno partecipato nei mesi di ottobre e novembre e dal materiale lorofornito, ossia alcuni video su diverse tematiche riguardanti la Basilica: dalla sua storia, all’origine del suo indimenticabile soprannome “Basilica di polenta”, alla sua porta “Speciosa” e tanto altro.
Il fumetto racconta passo passo la Basilica con le illustrazioni a cura degli alunni, che guidati da un’insegnante hanno dato voce ai personaggi. Nel fumetto, intitolato “Nonno Michele racconta…” i due protagonisti, un nonno e il suo nipotino, ripercorrono la storia di Pavia ai tempi dei Longobardi, la storia della Basilica, la sua facciata, i suoi portali e accompagnano al suo interno presentando il matroneo, i capitelli, il mosaico del presbiterio e infine il crocifisso di Teodote e la cripta. Il materiale prodotto dalle classi è stato raccolto, revisionato, impaginato e verrà presto stampato, dando vita alla tanto attesa guida a fumetti della splendida Basilica.
Nei mesi di ottobre e novembre erano state realizzate visite guidate gratuite alla Basilica di San Michele Maggiore, dedicate alle scuole primarie e secondarie di primo grado di Pavia. Le visite si sono svolte in modalità mista: alcune classi hanno visitato in presenza la Basilica. Oltre a San Michele Maggiore, si sono toccate le tappe di via Alboino, la lapide di Alboino in CorsoGaribaldi e via Porta, dove sorgeva il Palazzo regio. Altre classi hanno invece preso parte alle visite guidate online in diretta, in cui un operatore didattico ha illustrato la storia e l’architettura della Basilica con il supporto di immagini e video, ha raccontato aneddoti e curiosità e ha interagito con gli alunni, avvicinando l’esperienza il più possibile a quella in presenza. Gli alunni hanno dunque potuto partecipare attivamente, ponendo domande e commentando in diretta. La didattica è stata curata da Progetti società cooperativa.
I giovani alunni, resi protagonisti sia durante le visite che durante l’elaborazione della guida, hanno avuto la possibilità di fare un’esperienza a 360 gradi, diventando detentori di bellezza e sapere che potranno diffondere presso i coetanei e le famiglie.
Il progetto è stato realizzato con il contributo di Regione Lombardia e di Fondazione Cariplo.

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi